sabato 28 marzo 2015

Occhio al Libro: "Ali di Cenere"

Altra segnalazione. Preparatevi perché ne ho un po' in arretrato.
Stasera si parla di un romanzo fresco di pubblicazione e di un genere che ormai va molto di moda qui da noi: il New Adult. L'autrice è una giovane ragazza italiana: Rossella C.
Vediamo di cosa parla il suo romanzo.

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Ali di cenere (1° vol. della saga)
Autore: Rossella C.
Genere: New Adult
Saga: Trilogia Phoenix
Formato: e-book
Pag: 199
Uscita : 25 marzo

Link per l'acquisto:

LA TRAMA:

Mya ha 23 anni, è una studentessa e vive a San Diego insieme a Erika, la sua migliore amica. Ha alle spalle un tradimento d’amore e da allora non è più in grado di fidarsi degli uomini. Tutto cambia però quando nella sua vita irrompe Noah, un misterioso ragazzo dagli occhi azzurri, fotografo freelance, sempre in sella alla sua moto che riuscirà a sgretolare parte di quel muro che Mya aveva eretto attorno al proprio cuore.
Ma Noah sembra nascondere dei lati oscuri, enigmatici della propria vita, e per questo contro ogni aspettativa sarà proprio lui a cercare di frenare la passione improvvisa che li travolge.
Riuscirà Mya a fidarsi e ad avvicinarlo?
E se i segreti di Noah venissero poi alla luce?

Due parole su Rossella C.

Rossella C. è una ragazza di 26 anni, laureata in lettere e filosofia e insegnante ‘precaria’ di italiano. Vive a Napoli con la sua famiglia. Tra le diverse passioni oltre la scrittura c’è anche la pittura. Adora dipingere scene astratte con i colori più veri. "Ali di cenere" è in assoluto il suo libro d’esordio ed è il primo volume di una trilogia dal nome "Phoenix".

venerdì 27 marzo 2015

Occhio al libro:"Una ragazza come me"

Questa sera vi segnalo un romanzo diverso dal solito che tratta una tematica oggi sicuramente più conosciuta di un tempo, ma ancora un mistero per molte persone, troppe in realtà: la dislessia.
Inizio utilizzando le parole dell'autrice stessa: Sara Tricoli.

"Vorrei che questo breve racconto potesse essere d’aiuto a chi ha conosciuto un dislessico, magari quando non si sapeva ancora bene cosa fosse la dislessia, perché possa comprendere…
Vorrei che questo breve racconto potesse essere d’aiuto a chi si è sempre sentito stupido e invece, come me, scopre di essere semplicemente dislessico.
Due mondi che possono coesistere e arricchirsi reciprocamente."

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Una Ragazza Come me"
Autore: Sara Tricoli
Genere: Young Adult
Editore: Triskell Edizioni
Formato: e-book e cartaceo
Pag: 174

Link per l'acquisto:

Pagina Facebook:

Sito autrice:

LA TRAMA:

Una ragazza di 14 anni, Clara, svogliata nello studio e chiusa in un suo mondo, in conflitto con sua madre e ormai rassegnata a non avere nessun dialogo con suo padre; costretta a passare tutta l’estate in una scuola sperduta tra le montagne.
Lei non sa che qui troverà un caro amico, il cugino Moreno che non vede dall’età di 5 anni, ma che si rivelerà per lei un vero amico quasi un fratello. Li accomuna il fatto di avere entrambi dei genitori troppo impegnati e distanti e li accomuna i brutti voti a scuola, ma le cose possono cambiare, se si conosce la verità.
Troverà l’amore, inaspettato e innocente.
Troverà un professore, un po’ speciale, che non la giudicherà e saprà scorgere in lei qualcosa di più. Capirà che è dislessica e come d’incanto ogni tessera del mosaico troverà la sua collocazione, finalmente. E Clara troverà se stessa.

Qualche notizia sull'autrice:

Tricoli Sara è nata a Monza il 26 novembre 1974.
Felicemente sposata e mamma di due bambini di 9 anni, ha svolto vari lavori tra cui: commessa, impiegata, cassiera, promotrice.
È diplomata in ragioneria, ma non ha nulla della contabile.
Ama la lettura, ma non ha un vero e proprio genere preferito. La scelta dipende dai periodi della sua vita.
Ha scoperto solo in età adulta di essere dislessica. Forse è grazie a questo che riesce a inventare storie senza troppa fatica; le basta immaginarle come un film nella mente e scriverle.
Ha tanti sogni, come tutti, ma sarebbe veramente felice se riuscisse ad avere una minima soddisfazione personale, magari pubblicando un suo lavoro riscuotendo un discreto successo

giovedì 26 marzo 2015

Recensione: "Phoenix - Operazione Parrot"

Come vi ho detto questi giorni sono un po' sfaticata :) quindi per la recensione di oggi lascio la parola a Federico. Devo dire che avendo letto la trama e la sua recensione mi è venuta una gran voglia di leggere questo libro perché sembra il genere che piace a me.
Comunque passiamo a parlare del romanzo di Francesca Rossini.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Phoenix - Operazione Parrot"
Autore: Francesca Rossini
Genere: Romance, Thriller
Editore: Lettere Animate
Formato: e-book
Pag: 219

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks, Google Play e molti altri stores

Pagina Facebook:
https://www.facebook.com/pages/Phoenix-Francesca-Rossini/769383003097186?fref=ts

LA TRAMA:

1983. Un affascinante ed enigmatico agente dell'intelligence americana: Clay Nathan Hobbs, nome in codice Blue Shadow, coinvolge l'infermiera Leila Lane in una rocambolesca avventura in Europa sulle tracce di un agente del kgb, Egor Vinogradov, che ha un grosso conto in sospeso con lui. La comparsa in scena di una terza donna, l’agente segreto Rebecca Doyle, complicherà rapporti tra i protagonisti. Il terzetto dovrà tenere a bada i sentimenti per sventare un complotto ideato dallo spionaggio sovietico e la minaccia di conflitto atomico.


Recensione:
Recensione a cura di Federico Negri

Buongiorno amici, oggi vi parlo di Phoenix, operazione Parrot, spy-story in salsa rosa della scrittrice Francesca Rossini.
La letteratura spionistica è un genere incentrato sul tema dello spionaggio internazionale, che ha vissuto i suoi anni d'oro durante la guerra fredda e che ha quindi perso d'interesse a partire dal 1989, quando i martelli pneumatici hanno polverizzato il Muro.

All'epoca avevo un'amica di penna tedesca, ci scambiavamo lettere vere, di quelle che aspettavi un mese il postino per avere risposta. Lei era di Francoforte, ma mi raccontò di come aveva vissuto la notte del 9 novembre, quando giunse la notizia che una folla immane si era presentata ai varchi del muro e i soldati lasciavano loro la via, incerti sul da farsi (per un errore di comunicazione durante una conferenza stampa del governo della Germania Est!). Quella sera, in tutta la Germania, non appena la televisione diffuse la notizia, i giovani si riversarono in strada riempiendo le piazze, cantando e ballando sino al mattino. Scusate questo intermezzo sentimentale, ma in questi giorni in cui sembra che la nostra povera Europa sia solo un pugno di ferro stretto attorno a un mazzo di banconote, mi piace ricordare invece quanta sofferenza e quanta gioia uniscano tutti noi, gente del Vecchio Continente.


Tornando allo spionaggio, le spese per intelligence si sono da allora rivolte al controllo degli apparati di comunicazione e disperse nei mille fronti della cosiddetta guerra al terrore, rendendo dura la vita agli scrittori, che non avevano più l'arcigno orso sovietico da sventolare sul naso dei lettori come mandante di tutti i mali.
Inoltre le spie degli anni 80 viaggiavano, si camuffavano, parlavano mille lingue e conoscevano tutti i peggiori bar di Berlino Est, mentre oggi la maggior parte delle attività sono svolte dietro a un computer e quindi risultano molto meno interessanti da descrivere in un romanzo.
E' quindi più che comprensibile la scelta di Francesca di ambientare il suo racconto negli anni d'oro dello spionaggio, e più precisamente nel 1983, quando ancora gli agenti segreti prendevano Martini cocktails agitati e non mescolati, senza apparire ridicoli.

Il libro narra le avventure della spia Clay "Blue Shadow" Hobbs, agente operativo della CIA, che deve sventare un pericoloso piano dei nemici oltrecortina, volto a creare una crisi internazionale tra Gran Bretagna e Stati Uniti d'America. La particolarità di questa storia è la presenza, inizialmente malvista, ma poi via via più importante, dell'infermiera-aspirante-spia Leila Lane. La donna, per una serie di coincidenze, si trova ad accompagnare l'agente nelle sue vicissitudini, fino a scalfire il suo cuore indurito dagli anni di servizio.

Nella maggior parte degli script per vari media (TV, cinema, letteratura) si distingue tra A-story e B-story, cioè storia principale e secondaria. La storia principale è la caccia al cattivo, salvare il mondo dall'invasione aliena, o distruggere l'Unico Anello. Poi c'è la B-story che in una buona dose di opere è la storia d'amore, ma può anche essere il cambiamento emotivo dei personaggi, un'amicizia, il rapporto conflittuale con il padre, quello che volete.
Nel caso di Phoenix la storia principale è la storia d'amore. Il libro infatti è abilmente costruito e orchestrato attorno ai sentimenti che i due protagonisti sviluppano l'uno per l'altro e la storia di spionaggio diventa un interessante palcoscenico su cui svolgere la vicenda.

Io ho solo un paradigma per le spy-stories che di nome fa 'John' e di cognome 'Le Carrè'. Poi ci sono Forsyth, Clancy, Follet (qualcosa) e Ludlum, tra le mie conoscenze più care e più strette. Quando mi è stato proposto di recensire un romanzo di questo genere mi aspettavo qualcosa sulla scia dei succitati, quindi non posso dire di essere rimasto pienamente soddisfatto dalla lettura. Vorrei però qualificare meglio la mia opinione, per evitare fraintendimenti.

Il libro di Francesca Rossini è un ottimo romance. I sentimenti, le situazioni, lo sviluppo dei personaggi e la loro crescita emotiva, nonché il loro coinvolgimento reciproco sono davvero encomiabili.
Io non amo il genere rosaceo, quindi i miei complimenti non potrebbero essere più sinceri. Se vi piacciono le storie d'amore dove lui ha soldi, personalità, fascino e il giusto tormento interiore e lei è una donna comune, con però doti non comuni in termini di determinazione, arguzia e capacità di adattamento, Phoenix è vostro. Compratelo, senza esitare, lo adorerete.

Se invece vi attira lo sviluppo spionistico internazionale, gli intrighi e le avventure promessi dal libro, potrete rimanere leggermente delusi. Non sto dicendo che non vi siano questi elementi o che siano sviluppati in maniera approssimativa o sgraziata, però comunque rimangono un filo sullo sfondo.

Famoso gioco anni '80. Chi se lo ricorda?
Mi voglio soffermare invece sulle qualità tecniche dell'autrice, che mi hanno molto favorevolmente impressionato. La scrittura è molto scorrevole e il ritmo è maledettamente buono, molto simile a quello che potrete trovare in qualche multimilionario autore americano, complimenti davvero. Il plot è lineare, verosimile,  senza buchi o scelte irrazionali, encomiabile in una storia di questo tipo, che comunque è piuttosto complessa da gestire.
Anche i personaggi sono credibili e sviluppati con cura, ci si affeziona facilmente a Leila Lane (che nome però! Un misto tra Star Wars e Superman!), ben calata nella storia che si sviluppa attorno a lei ma con un background di vita ben architettato. Shadow è un po' troppo James Bond per i miei gusti, però ci può stare, ha anche lui i suoi tormenti e la trovata della sua relazione con la fidanzata ufficiale, spia anch'essa, è molto azzeccata.

Quindi per concludere consiglio la lettura di questo romanzo a tutti gli amanti delle storie d'amore e di spie, ma in questo ordine. E' scritto molto bene e curato nei dettagli, avvincente e veloce quindi non rimarrete delusi. 

Qualche notizia sull'autrice:

Francesca Rossini è un’insegnante di scuola primaria, vive a Manziana, piccolo paese nel verde della provincia romana. Collabora con il blog letterario ‘Il momento di scrivere’, per il quale cura la rubrica ‘Dalla bozza al romanzo’ e scrive recensioni ed interviste.
Ha pubblicato in ebook, con Nativi Digitali edizioni, un racconto che fa parte dell'antologia ‘Storie d’estate’.
Avida lettrice, appassionata di romanzi di azione e di avventura, con trame ricche di intrigo e pericolo. Ha da sempre coltivato la passione per la scrittura e per il disegno, scrivendo racconti su varie piattaforme telematiche e fiabe illustrate per i suoi alunni.
Phoenix. Operazione PARROT. di Lettere Animate è il suo romanzo d’esordio.

mercoledì 25 marzo 2015

Occhio al Libro:"Sul Finire di Agosto"

Buon pomeriggio a tutti. Scusate la latitanza di questi giorni ma, come sempre mi accade, dopo la pubblicazione di un libro ho bisogno di qualche giorno di riposo perché mi ritrovo esausta.
Ogni tanto però faccio capolino per farvi qualche segnalazione. Come oggi. Ecco quindi un nuovo libro, fresco di pubblicazione, di un'autrice italiana che ho avuto modo di conoscere un po' di tempo fa. Anzi, direi che è stata la prima collega che ho "incontrato" sui social quando mi sono approcciata a questo mondo. Ho letto alcune sue opere quando ancora non avevo il blog e non ero sommersa di letture e so che è una bravissima scrittrice di talento. Per questo vi segnalo con gioia il nuovo romanzo di Laura Caterina Benedetti.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Sul finire d'agosto"
Autore: Laura Caterina Benedetti
Genere: Romance contemporaneo
Formato: e-book
Pag: 357 (forkmato Kindle)

Link per l'acquisto:


LA TRAMA:

Agosto 2013, Torino
Morgana Rinaldi è appena rimasta vedova: suo marito Hugo è morto di overdose a ventisei anni e l'ha lasciata in miseria e preda degli strozzini. Dopo il funerale si presenta alla giovane un soccorso inaspettato nella persona di Lorenzo Goldstein, deciso ad ogni costo ad aiutarla per riparare agli errori del fratello minore. L'uomo si offre di ospitarla per alcuni giorni nella sua villa in collina dove lei, troppo orgogliosa per tornare subito dai genitori, potrà riprendere il controllo della propria vita...
Tra maliziosi battibecchi e malinconiche confidenze, giorno dopo giorno i due protagonisti impareranno a conoscersi e, molto presto, scopriranno che è assai difficile resistere all'attrazione che li spinge uno tra le braccia dell'altra.

Sullo sfondo della bella Torino, nella cornice di un'elegante dimora, si snoda una storia di affetto e passione all'ombra di un dramma familiare.

L'autrice si racconta:

Non amo molto parlare di me, perciò dirò solo che sono piemontese e che ho due passioni predominanti: leggere e, naturalmente, scrivere. Ho iniziato a 14 anni quando mi hanno regalato il computer e non mi sono più fermata - si vede che il richiamo della tastiera è stato più forte di quello di carta e penna! A ottobre del 2012 ho iniziato l'esperienza del self-publishing, prima su Amazon e poi, a maggio del 2013, anche su Kobo; i miei lavori spaziano in generi diversi, ossia ciò che mi è venuto da scrivere in quel preciso momento. Rosa non erotici di gradazione più umoristica o più melodrammatica, noir, storie in costume... io mi sono lanciata in tante direzioni e saranno le lettrici e i lettori a giudicare :) A gennaio 2014 è uscito, con la Genesis Publishing, il noir "Katriona", la mia prima pubblicazione con una casa editrice. Dalla fine del 2013 collaboro con la rivista online "Eclettica", una sorta di blog in pdf che, a scadenza irregolare, esce con vari articoli legati al mondo della letteratura, dell'arte, del cinema, etc: io curo la rubrica "Libri Vintage".

Sono davvero curiosa di leggere questo romanzo. Forse mi ci vorrà un po', ma prima o poi saprete la mia opinione. Nel frattempo, se qualcuno di voi lo avesse già letto, sarei ben felice di sapere cosa ne pensa

venerdì 20 marzo 2015

Occhio al Libro:"Iridium"

Oggi vi segnalo un romanzo uscito da poche settimane. E' il secondo capitolo della saga paranormal romance "St.Jillian" delle due  giovani autrici italiane, Chiara B. D'Oria e Marika Cavaletto.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Iridium" (2° volume della saga)
Autore: Chiara B. D’Oria & Marika Cavaletto
Saga: St. Jillian Saga
Genere: Paranormal Romance
Codice ISBN: 9786050361407
Data di pubblicazione: 07 marzo 2015
Formato: Ebook e cartaceo (prossimamente)
Pagine: 349 (eBook) e 545 (cartaceo)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks,  Google Play e altri stores

Account Twitter: @Lithium_Saga

LA TRAMA:

<Essere un cacciatore comporta l’abbandonare la tua vita perché quella degli altri, quella di coloro che devi salvare, è più importante. Essere cacciatore comporta scordarsi di se stessi e perdersi tra il sangue e le battaglie, aspettando con paura e speranza il giorno seguente. [...]
È un mondo difficile quello che ci circonda e noi forse lo sappiamo fin troppo bene. Vieni travolto, scaraventato, schiacciato dalle responsabilità che questo incarico comporta e ben presto arriverà il momento in cui ti chiederai il perché. Perché proprio a me? E non avrai una risposta. Una risposta non c’è.>

C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui ci si trova davanti a una scelta.
Cosa fare. Dove andare. Chi abbandonare.
C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui non si può più scegliere. Ed è in quel preciso momento che il Destino comincia a giocare.

In questo nuovo capitolo della St. Jillian Saga, i nostri protagonisti si troveranno ad affrontare ciò che hanno sempre temuto: la consapevolezza che la Morte ci cambia nel profondo e che l’Amore non è un’àncora di salvezza, ma il peso che ti affonda.
Mentre la guerra fra vampiri, lican e Cacciatori diventa sempre più violenta, una Profezia avrà il potere di cambiarne le sorti. Ma il Destino, questa volta, chi pretenderà in cambio?

Qualche cenno sulle autrici:

Chiara e Marika hanno vissuto praticamente in simbiosi sin dalla prima elementare. Nonostante abbiano caratteri completamenti opposti, sono sempre state assieme, migliori amiche, unite contro tutto e tutti.
Nate entrambe nel '91, a sei mesi esatti di distanza, hanno un amore sconfinato per i libri e la scrittura. Dopo l'università e l'erasmus, avrebbero voluto trasferirsi assieme in Scozia, ma il Destino ha deciso diversamente. Chiara ora studia alla Scuola Holden di Baricco, a Torino, mentre Marika sta frequentando un master del Sole 24 ore, a Roma.

Per contattare le autrici: lithiumbook@gmail.com

Il Booktrailer

       


martedì 17 marzo 2015

Recensione "Trusting Darkness"

Quasi un anno fa vi presentai questo libro insieme alla sua autrice, Eva Fairwald, che mi concesse un'intervista (per leggere l'intervista cliccare QUI). Purtroppo per me, il libro è in inglese quindi non ho potuto leggerlo né recensirlo, nonostante la trama mi ispirasse davvero molto e Eva sia una delle mie autrici preferite. Oggi però, Federico ha pensato bene di rimediare alla mia mancanza. Ecco quindi cosa ne pensa di lui di questo romanzo fantasy.

SCHEDA LIBRO:

Autore: Eva Fairwald
Titolo: "Trusting Darkness"
Lingua: Inglese
Genere: Fantasy/ Sci-fi
Formato: e-book
Pag: 299 (formato kindle)

Link per l'acquisto:
Amazon

LA TRAMA: (traduzione di Eva Fairwald)
Il Capitano Ella Dorsh è forte, ben addestrata e… spacciata. È piuttosto sicura che il nemico stia conducendo il gioco e che la guerra raggiungerà la superficie molto presto, ma gli umani non sono ancora pronti.

Il Regno Sotterraneo è impoverito e la sua popolazione di elfi oscuri vuole conquistare il mondo e dominarlo. Ella e le altre “Divisioni di Rinati” sono l’unica vera possibilità per combattere il nemico ad armi pari: elfi contro elfi per risparmiare preziose vite umane. Tuttavia, nulla è così semplice come sembra e l’oscurità nasconde più di quello che Ella credeva.


Info in inglese:
http://evafairwald.wix.com/trustingdarkness

Recensione:
(A cura di Federico Negri)


E' il primo romanzo che leggo di Eva ed è stato un vero colpo di fulmine.
Io non credo molto agli amori che si costruiscono nel tempo, che si temperano per anni nella stima e nell'amicizia, prima di far scoccare la scintilla. Anche in letteratura sono più per le passioni improvvise, scatenate da un personaggio, una situazione o, come per questo bel libro della Fairwald, da un'idea "mind-blowing".

Il romanzo narra le vicende di un capitano, di nome Ella Dorsh, un'elfa allevata dagli uomini, che l'hanno trovata, educata e addestrata alla guerra. Gli uomini, infatti, da secoli ormai si contendono il pianeta contro i loro eterni nemici, la razza elfica, da cui Ella proviene e da cui è stata appunto abbandonata.
Decine, centinaia di suoi simili sono raccolti ed amorevolmente adottati da famiglie umane. Questi bambini elfici crescono nell'odio per le crudeli usanze dei loro genitori, che sperdono i figli inermi senza una ragione, se non la scarsezza di risorse a cui la guerra li costringe. Gli elfi, una volta diventati adulti, si trasformano in armi terribili, e sono tutti desiderosi di combattere al servizio degli umani, contro i loro stessi simili che li hanno un tempo rinnegati.
Ella è decisa e risoluta, con una leadership riconosciuta da tutti gli elfi ai suoi comandi, e con spiccate capacità in combattimento. E' la migliore di loro, la più veloce, la più forte e la più precisa, perché è una killer naturale, uno strumento per uccidere che conosce solo il canto della morte e che non ne dimentica alcuna nota.
La sua vita sentimentale è tormentata poiché il suo secondo-in-comando nonché migliore amico, Alvin, è da sempre innamorato di lei ed Ella lo ricambia. Lei però ha deciso di chiudere la porta ad ogni coinvolgimento, per evitare distrazioni a entrambi, che potrebbero costare loro la vita durante le azioni militari.
L'esistenza di Ella tuttavia sta per cambiare, nella maniera più incredibile e inaspettata e … da me non saprete altro ^___^ perché non voglio privare nessuno dei potenziali lettori del piacere della scoperta dei sagaci colpi di scena di cui è ricca la trama.

Per quanto riguarda l'arco narrativo, le prime 100 pagine sono una bomba, che esplode e deflagra il mondo oscuro in cui si muove Ella. Le restanti 200 sono invece un percorso, dove in parte vediamo posarsi tutta la polvere alzata dal cataclisma narrativo precedente e in parte ammiriamo Ella crescere interiormente e affrontare finalmente i suoi sentimenti e le sue fragilità.

L'unico appunto che mi sento di muovere all'autrice è l'aver ideato uno sviluppo della trama poco conforme a quello che un lettore comune come il sottoscritto può aspettarsi, con un andamento della tensione pompato subito a mille, per poi mantenersi costante fino al climax finale.
Mi immaginavo un altro colpo di scena o una difficoltà grave verso il terzo atto narrativo, che invece fila via agile, con un buon ritmo e buone trovate, mentre la bizzosa Ella viaggia come un treno verso la soluzione, senza incontrare grossi intoppi.

Lo stile con cui è scritto il libro è molto chiaro e ho ammirato il perfetto bilanciamento tra lo sviluppo dell'azione e l'attenzione con cui sono descritte le situazioni di crescita personale, le aspettative, emozioni e ansie dei protagonisti.
Come ho avuto modo di dire a Eva, leggere romanzi come questo mi fa capire quanta strada io debba ancora fare come autore, per poter raggiungere questa perfezione formale. 

Il libro scorre via veloce come una fucilata, la perizia con cui viene rappresentato il mondo militaresco è invidiabile, io sono un fan di Fanteria dello Spazio di Heinlein e quindi basta poco per farmi felice quando si parla di azioni militari fantascientifiche, ma qui c'è tanta roba nerdissima descritta alla perfezione, credibile e funzionale allo svolgimento della trama.

Ho letto il libro in inglese, perché Eva ancora non l'ha tradotto, quindi le mie valutazioni sullo stile sono limitate a quanto ne ho percepito da lettore non madre lingua, però sono convinto che se ne prenotate qualche centinaio di copie, l'autrice si prodigherà a tradurlo in italiano al più presto…

Per quanto riguarda i personaggi io ho amato il Principe Dolente, un sovrano elfico che galleggia sull'orlo della pazzia, ultimo sopravvissuto di una stirpe di immortali, e che, soprattutto nella prima apparizione, ti incolla al libro come se fosse davvero padrone di una qualche magia. Ella, la protagonista, è una donna molto vigorosa e determinata, ma anche per certi versi insicura, un personaggio sfaccettato, che mi è riuscita simpatica da subito.
Gli altri personaggi sono poco più che spalle, l'elfo Kiro è molto ben delineato, col suo senso del dovere e la sua ostinata abnegazione. Alvin è invece dotato di una personalità interessante ma un filino troppo spalmato su Ella, anche perché lei è abbastanza ingombrante e quindi naturalmente quando sono insieme gli ruba un po' la scena.

A chi piacerà questo libro? Io credo a tutti quelli che amano le storie avventurose, nelle quali però vi sia anche spazio per il romanticismo e i sentimenti dei protagonisti.

La cosa migliore del libro è, mi ripeto, l'idea pazzesca che c'è dietro la trama e che, credo, qualsiasi produttore di Hollywood comprerebbe all'istante per farne un blockbuster multimilionario.

L'ambientazione science-fantasy è molto moderna e interessante, ma secondo me funzionerebbe anche in un mondo futuribile e distopico (tipo Hunger Games) o in un alternate reality, nell'impero romano (Unni al posto degli Elfi? ^___^).
Comunque, queste sono divagazioni, resta l'ottima prova dell'autrice, il libro si legge a una velocità vertiginosa, non vi sono parti noiose o rallentamenti nell'azione.

Insomma cosa state aspettando? Fiondatevi a comprarlo!

Occhio al Libro:"Oltre la Verità"

Scusate l'assenza di questi giorni. Cercherò di rifarmi un po'.
Iniziamo con la segnalazione del romanzo di esordio di un autore italiano: Fiorenzo Catanzaro che, come suo primo libro, ha deciso di cimentarsi in un thriller.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Oltre la Verità"
Autore: Fiorenzo Catanzaro
Genere: Thriller
Formato: cartaceo
Pag: 168

Link per l'acquisto:
Amazon, Libreria Universitaria e altri stores e librerie
Pagina Facebook autore: www.facebook.com/fiorenzocatanzaro

Sito:

LA TRAMA:
Due omicidi, un popolare salotto televisivo e le storie di quattro personaggi si intrecciano in questo romanzo di esordio, che ha tutte le caratteristiche per poter essere definito un thriller. Narrato tutto in prima persona, domina il punto di vista del protagonista, Matteo, che si muove in una storia non priva di colpi di scena. La narrazione si apre con un cruento omicidio, che coinvolge in prima persona Giovanni, il fratello di Matteo. Sullo sfondo della terribile tragedia che coinvolge i due fratelli, legati da un affetto profondo ma che solo in questa terribile occasione impareranno a conoscersi veramente, si susseguono le puntate di Oltre la verità, programma televisivo d'inchiesta condotto da Giacomo Forier, giornalista senza scrupoli che trasforma in evento mediatico il drammatico caso giudiziario vissuto dai protagonisti, senza farsi alcuno scrupolo e mostrando di se stesso una fastidiosa, e decisamente troppo costruita, integrità morale.  Ognuno dei personaggi finirà col mostrare alcune delle verità che nasconde, dietro la propria maschera o sotto un velo che con lo snocciolarsi della storia non riesce più a occultare la verità. Matteo si troverà a vivere nuove esperienze, che da una parte cambieranno il corso della sua esistenza in un modo inatteso e positivo, ma d'altro canto complicheranno la sua vita, per terminare in un finale che porterà il lettore alla scoperta di un'ultima verità… Verità che verrà a galla non senza un ulteriore spargimento di sangue e qualcuno pagherà a caro prezzo l'inevitabile alternanza tra realtà e menzogna.

Qualche notizie sull'autore:

Fiorenzo Catanzaro è nato a Vinci (Fi) nel 1971 e risiede a Empoli. Ha un passato da cantautore, nel 2007 pubblica il CD "Per sempre ostinato". Ha partecipato a molti festival tra cui il "Premio Mia Martini" e il "Festival di Saint Vincent". Dal 2000 si esibisce in serate di pianobar. Negli ultimi anni si dedica alla scrittura pubblicando alcuni racconti.
Oltre la verità segna il suo esordio, come autore di romanzi, nella narrativa italiana.


Segui Catanzaro su
Twitter: twitter.com/fiorenzowriter

La trama sembra ricca e interessante. Che ne dite? Qualcuno di voi lo ha già letto?

venerdì 13 marzo 2015

Recensione:"Silla - Il Codice della Strega"

Eccomi qui. Letto in anteprima non potevo non pubblicarne le recensione. Penserete che qui c'è un conflitto d'interessi. Beh, può darsi, ma non potevo non darvi la mia opinione su quest'ultima opera di Federico Negri, a mio parere, ma è anche questione di gusti, il suo miglior romanzo.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: “Silla – Il Codice della Strega” Vol 3
Autore: Federico Negri
Saga: “Il Codice della Strega”
Genere: Dark fantasy

Formato: e-book
Pag: 114 (formato kindle)

Link per l'acquisto:

Pagina Facebook Saga:

LA TRAMA:

Millenni sono trascorsi da quando gli uomini dominavano il mondo con la tecnologia: i mari sono diventati impraticabili, le fonti di energia si sono prosciugate e l’umanità è scivolata nell’isolamento della barbarie. Tuttavia la magia ha iniziato a germogliare in poche, dotate persone, le quali sono educate come streghe dalle loro consorelle. In questo terzo capitolo, Silla, la strega guerriera, darà fondo a ogni energia per compiere la sua missione e riportare indietro la giovane Alina, combattendo palmo a palmo con l'astuzia e con le sue inseparabili pistole. Intanto a Gothland, Kasia dovrà svelare il segreto del codice, un inganno in grado di minacciare l'esistenza stessa delle sue sorelle e dell'intero mondo libero. Il Sabbath si avvicina e la comunità delle streghe appare divisa e incapace di affrontare Lionel, lo stregone americano, che chiude su di loro alla testa della sua orda di ibridi bestiali.


Recensione:

Terzo volume per questa saga dark fantasy davvero eccezionale. Mi era piaciuto già il primo “Kasia” e il secondo, “Alina”, mi aveva conquistata ancora di più, ma questo nuovo capitolo de "Il Codice della Strega” è davvero imperdibile.
Cominciamo con ordine.

Silla dei Monti Blu è il membro più tosto dell’equipaggio di Kasia. Per dieci anni ha combattuto a fianco degli inglesi durante la guerra. E’ forte, addestrata, letale e la sua cometa distruttrice di mondi, il demone che le alberga nel cuore, miete molte vittime. Ma la strega non ha bisogno del suo demone per tirarsi fuori dai guai. Pistole, coltelli, riflessi pronti e un coraggio da vera guerriera, sono le sue armi migliori. E ora dovrà usarle tutte se vuole assolvere il compito che le ha dato il suo capitano: ritrovare la giovane Alina e riportarla da sua zia. Aiutata dal mercante svizzero Leonardo, dal delinquente Ashto e dalla sua tenacia, Silla dovrà compiere un lungo e difficile viaggio. E Kasia? Anche la capoclan Santuini ha un compito da svolgere: avvertire le consorelle del pericolo che sta arrivando da oltreoceano, mentre il nemico ha finalmente un volto e un nome: Lionel

La Cometa distruttrice di mondi è il demone di Silla
Attendevo con trepidazione questa terza avventura delle streghe di Federico Negri, visto come eravamo rimasti nel secondo e devo dire che mi è piaciuta ancora più delle altre. Silla è davvero una protagonista con i fiocchi, di quelle che piacciono a me. Poche parole ed essenziali, ma molti fatti. Non si lascia fermare da niente pur di raggiungere il suo scopo.
L’autore è molto bravo a caratterizzare i suoi personaggi ma Silla ha quel quid in più rispetto agli altri che la rende la mia preferita. Intelligente e furba, con lei l’autore riesce a tirare fuori un lato arguto e ironico di cui finora non aveva dato mostra. Nella sua avventura è affiancata da Ashto, un piccolo delinquente che si rivelerà un compagno prezioso e una bella sorpresa per il lettore. A me è piaciuto molto. Non posso svelare di più o toglierei il gusto di leggere il libro.
E poi troviamo ancora lei, Kasia, a capo del suo aeroscafo, l'Ago, a continuare la sua missione. Determinata e forte, ma diplomatica in quel che riguarda il suo ruolo, a lei spetta il compito più complicato: avere a che fare con le proprie consorelle. Infine Alina, che compare per un breve momento, ma in una situazione molto particolare. Tutti i personaggi del primo e del secondo libro, più qualche new entry, tornano a tenerci compagnia, mentre finalmente i nodi cominciano a venire al pettine e si delinea quella che sarà una battaglia epica.

Perché finalmente scopriremo i piani del grande nemico d’oltreoceano.

Se il primo libro era avventuroso e il secondo movimentato, questo terzo episodio è adrenalinico dall’inizio alla fine. Solo due piccole pause, giusto per tirare il fiato, di cui una è una bellissima scena di romance, ma per il resto, sin dalle prime parole, è una continua avventura nel pericolo.

Federico Negri dà prova ancora una volta del suo talento nella scrittura. Il linguaggio è assolutamente adatto al genere del romanzo e all’ambientazione; le descrizioni molto ben fatte e non ingombranti, lo stile conciso e diretto, la trama molto ricca e articolata, mai banale e soprattutto mai noiosa. Ti incita ad andare avanti fino alla fine e ti fa aspettare con ansia il quarto e ultimo (almeno così sembra) volume.

Chi segue le mie recensioni sa bene cosa penso di questo autore. Lo ammiro e lo stimo, prima di tutto certamente come persona, ma non posso negare che sia tra i miei scrittori preferiti. Non è un caso se ho chiesto proprio a lui di aiutarmi con il blog nelle recensioni, perché so bene quanto sia bravo.
Ora voi sarete anche tentati di credere che io faccia una recensione così positiva solo perché è un amico, ma vi sfido a leggere uno solo dei tre volumi della saga e darmi torto in qualcosa.

Mappa del mondo delle streghe di Federico Negri
Leggo tutto ciò che scrive perché mi piace, mi rilassa, mi fa fantasticare e immergere in altri mondi, perché i suoi romanzi hanno tutto ciò che cerco in una lettura. E’ capace di creare belle trame originali e intricate, dove nulla è mai scontato, dove i suoi personaggi non sono bianchi o neri. Dà vita a mondi affascinanti, situazioni incredibili ma allo stesso tempo verosimili, personaggi che rimangono impressi, combattimenti emozionanti e scene romantiche che fanno palpitare il cuore (anche se lui sostiene di non amare molto il romance).
E “Silla” contiene tutto questo.

In conclusione è ovvio che io consigli questo libro a tutti gli amanti del genere. Se vi aspettate le solite streghe e la solita magia, non le troverete qui, così come non troverete la classica battaglia bene/male, perché questa saga è molto particolare. Non troverete nemmeno una storia d’amore eterno, strappalacrime o commovente, né scene di sesso, anche se qualche momento dolce e romantico non manca di certo.

Tuttavia azione, mistero e suspence sono i veri protagonisti quindi, se non ne siete amanti, questo non è libro per voi. Ma per chi invece ne è un fan, allora non lasciatevelo sfuggire, ne vale la pena.

IL MIO VOTO:


Chi è Federico Negri?

Federico Negri è nato all'alba degli anni di piombo ed ha sempre vissuto a Torino. Lavora nell'area finanza di una grande multinazionale e quindi passa più tempo sull'aereo che con i piedi per terra. Comincia a scrivere per passione, essendo da sempre un avido lettore. Ha pubblicato nel 2012 il romanzo thriller "Soldi, Misteri e Altre Conseguenze", (Flower-ed) e nel 2014 la Saga di Promise (selfpublished), un romanzo distopico. Sempre nel 2014 ha pubblicato i primi due volumi della serie steam-fantasy "Il Codice della Strega". Sono usciti inoltre alcuni suoi racconti, sempre in digitale, con gusti variegati, dall'horror al thriller, passando per il romance, perché questo volubile scrittore ama la letteratura di genere, ma non ha ancora capito di quale genere.

Per saperne di più andate alla pagina di questo blog : Collaboratori

Oppure su:

Pagina Facebook:
Twitter:
Sito: