domenica 27 dicembre 2015

Intervista: Quattro chiacchiere con Massimiliano Bellezza

Avevo promesso questa intervista da tempo, da prima dell'estate. Ci ho messo un po' ma eccola qui. Ho conosciuto Massimiliano per caso, sui social. Finora non ho mai avuto il piacere di incontrarlo di persona ma i suoi libri mi hanno incuriosito. Da qui è nato il desiderio di scambiare quattro parole con lui in un'intervista. Molto gentilmente lui si è prestato svelandoci parte del suo mondo di scrittore e non solo.

A tu per tu con Massimiliano Bellezza

Come molti scrittori emergenti nella vita fai ben altro. Hai un lavoro che ti dà da vivere e la scrittura è più che altro una passione. Saresti disposto, se ne avessi la possibilità, a lasciare tutto per la scrittura?
Grazie Manuela per l’ospitalità, innanzitutto. Sì, sarei disposto, lo farei senza pensarci troppo. La mia occupazione è lontana dal mio modo di pensare, stride con la scrittura. Ci tengo anche a fare una precisazione. La scrittura per me è passione, ma adesso definirla soltanto tale sarebbe riduttivo, per la formazione e lo studio che coltivo da tempo.

Tre romanzi pubblicati, tre sfaccettature di uno scrittore. Ma cosa c’è di Massimiliano in questi romanzi? Nei personaggi, nella storia…
Questa è una domanda che mi lascia sempre interdetto. Parlo in autoanalisi. Ciò che mi sento di dire è che rappresentano il prodotto di una creatività, non c’è nulla di direttamente collegato alla mia persona; e aggiungo: altrimenti ci sarebbe di che preoccuparsi. Io costruisco la storia incollando i personaggi all’interno del tessuto narrativo, cercando di dare una coerenza quanto più possibile. ‘Destino crudele: Storia di un giovane’ - l’eccezione in qualche misura - ha un decorso a più riprese; è il romanzo da cui sono partito, risultato di una mia voglia di raccontare e di farmi sentire: la famiglia, l’amicizia. Poi però la vicenda è uscita dalla mia realtà, per diventare dramma esistenziale/adolescenziale, studio, ricostruzione del dolore attraverso un’empatia. Direi che in generale creo, non partendo da me.

Per certi versi il primo libro per un autore è sempre il primo libro. Con tanti difetti, ingenuità, errori eppure ci si tiene in maniera particolare (almeno così capita a me). Però i successivi rappresentano l’evoluzione, la crescita e non è detto ci si tenga meno. Tu hai un preferito? E Perché?
Se dovessi stabilirlo, questo preferito, credo che ‘Destino crudele: Storia di un giovane’, però nella sua veste del 2015, rappresenti bene il gradino più alto. Il motivo è il suo trasporto esistenziale. Ho letto diversi romanzi sul genere e hanno lasciato tutti una traccia profonda dentro di me, che non ho provato altrove.

Parlaci del tuo ultimo romanzo “Anima Dannata” edito dalla Butterfly. Come è nata l’idea di approfondire il serial killer di “Quando Cala il Buio” (recensione a cura di Federico Negri QUI), dove hai trovato ispirazione per un personaggio così particolare?
La decisione è nata dalla richiesta di alcuni lettori, che volevano ‘approfondire’ l’allora accennato serial killer. Qualcuno era rimasto in parte deluso perché ne avevo dato solo una bozza. Da qui sono partito. Ho attinto dal mondo che ci circonda, dalle serie televisive, dalle notizie, da consulenze per stilare un profilo possibilmente clinico. L’elemento credibilità, che mi sta molto a cuore, può essere un tallone d’Achille quando ci si inoltra in tematiche così oscure.

Come scrittore non ti cimenti in storie semplici. Dramma adolescenziale, thriller… Ma c’è una parte di te anche piccola che sta pensando di provare altro? Commedia, romance, giallo, storico, fantascienza, fantasy…
Grazie per il complimento, la difficoltà è una sfida, da battere. Sì, tuttavia c’è una parte di me che ci sta pensando. Perché mi piace sperimentare e poi perché mi sto imbattendo in ostacoli vari nella distribuzione. Gli affamati di questi generi non si concedono facilmente.

Tu sei in parte uno scrittore self, in parte ti affidi a una casa editrice. Cosa ti piace dell’una e dell’altra esperienza?
L’esperienza self mi ha arricchito facendomi apprendere sfaccettature che con una casa editrice restano celate: come avviene la pubblicazione, sia cartacea che digitale, gestire il romanzo in prima persona; il calcolo delle royalties. La casa editrice invece mi alleggerisce la promozione, che viene comunque organizzata da entrambi (editore e autore); mi dà una struttura alle spalle su cui contare. Ci sono autori che preferiscono il self per l’autonomia, altri prediligono una pubblicazione classica in quanto ancora scettici o impauriti da questo diverso modo di fare editoria. Sono comunque in crescita coloro che scelgono l’autopubblicazione.

Se qualcuno ti dicesse di voler iniziare a scrivere e ti chiedesse consigli sulla strada da percorrere, anche per quanto riguarda la pubblicazione (self o casa editrice, e-book o cartaceo), cosa gli diresti?
Gli direi di iniziare con gli e-book, rendono meno impegnativo l’acquisto, è importante trattandosi di un nome nuovo. La prima: consiglierei il self. Devono essere consci, però, di una maggiore attenzione da riservare al proprio testo: beta reader, quantomeno.

Domanda d’obbligo. Altri progetti per il futuro? O hai già qualcosa in cantiere e presto uscirai con un nuovo romanzo? O dovremo aspettare un altro po’?
Sto lavorando al terzo e ultimo capitolo targato Ray Smith (che poi perderà questa traccia nominativa, piccola anticipazione). Ci vorrà ancora un po’ prima di un qualsiasi annuncio. Altre idee, più d’una, un thriller in revisione. Il momento che sto vivendo non mi fa essere particolarmente propositivo.

Ultima domanda. O meglio, una richiesta. Una citazione da un tuo romanzo e perché hai scelto proprio questa; cosa significa per te?
Volentieri. Vi propongo un estratto da ‘Anima dannata’, il mio ultimo romanzo. La scelta è nel momento narrativo intenso, dove viene accennata l’evoluzione psicotica che sta facendo regredire il protagonista, fino… Buona lettura!

‘Solitudine. Lontano dalle ore di lezione in ospedale, Mark passava il tempo in compagnia della solitudine. Quei momenti però erano una calamita per il tunnel della psicosi, per la voragine, il vuoto emotivo che creava la sua mente. Porter non era conscio di quello schizoide regredire, lo stava plasmando da dentro senza che lui se ne rendesse veramente conto. Era molto intelligente, ciononostante non era in grado di constatare i suoi cambiamenti profondi. Dentro di lui gironzolavano ormai due persone in perenne contrasto: la rabbia e l’odio erano l’impalcatura di una delle due. Era ciò che stava diventando, subdolamente: pura rabbia.’

Rinnovo il mio grazie a Manuela Dicati per l’ospitalità e l’opportunità di far conoscere i miei romanzi. Un saluto a tutti voi!

Grazie a te Massimiliano e in bocca al lupo per la tua carriera da scrittore!

domenica 29 novembre 2015

Occhio al Libro. I romanzi di Catherine BC

Questa sera, visto che ultimamente non vi aggiorno con grande frequenza, vi segnalo ben due romanzi nati dalla penna di un'autrice che ha esordito sulla scena letteraria circa due anni fa: Catherine BC.
I suoi romanzi fanno parte del genere rosa, a volte con qualche sfumatura erotica, ma si è cimentata anche col fantasy romance. In parte come self, in parte con case editrici, Catherine sembra una penna molto vivace e infatti negli ultimi mesi ci ha regalato due nuovi romanzi. Il primo, appunto, è autopubblicato, il secondo invece, è targato Rizzoli.

Ricatto Proibito

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Ricatto Proibito (vol 2 della saga)
Autore: Catherine BC
Serie: Forbidden Trilogy
Genere: Romance
Formato: e-book
Pag: 162 (fonte Amazon)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks

Pagina Facebook:
https://www.facebook.com/Dalle-pagine-di-Catherine-546782902048188/?ref=aymt_homepage_panel

LA TRAMA:


Quando si conosce il proprio nemico, non si temono gli scontri. Quando le regole sono chiare, non rimane che elaborare la propria strategia. Come si fa, però, quando le carte in tavola cambiano all’improvviso? Come si reagisce di fronte ad un avversario che si spoglia delle sue vesti e si fa pericolosamente vicino? 
Elisabeth conosce Paul da sempre: era il compagno di sua sorella ed è il padre di suo nipote Stephen. Un uomo egoista e cinico, abituato a giocare sporco, con cui si è confrontata più volte, uscendone vincente. Lui ora vuole vendicarsi, invadendo ogni suo spazio, fino a ricattarla sia nel lavoro che negli affetti, in modo vile. 
Proprio a quel punto, tuttavia, il destino interviene nelle loro vite in modo inatteso, confondendo i ruoli, mostrando lati dell’uno e dell’altra del tutto nuovi, fino a far loro capire che la soglia fra l’odio e l’amore, a volte, può essere davvero labile. 

Attenzione: I due romanzi della trilogia sono legati solo per l' ambientazione e alcuni personaggi quindi possono essere letti in modo indipendente e sono autoconclusivi.

Il Booktrailer:
https://vimeo.com/136567811

La Più Dolce Tentazione

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "La più dolce Tentazione"
Autore: Catherine BC
Genere: Romance, Erotico
Serie: Stand Alone
Casa Editrice: Rizzoli
Collana: You Feel
Formato: e-book
Pag: 110 (fonte Amazon)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks, Google Play e molti altri stores

Pagina Facebook:

LA TRAMA:

Il cioccolato ha innumerevoli sapori. Come le infinite sfumature dell’eros.

Dotato di una personalità aperta e spontanea e di un estroso animo artistico, Matt Ward, proprietario del Planet of Chocolate, si lascia ispirare per le sue creazioni dalla natura. Ma anche da una cliente speciale, che lo affascina fin dal primo momento: Kristal, raffinata ed enigmatica, è una pediatra all’apparenza pragmatica, ma dall’animo fragile e sensibile. L’attrazione che li lega, forte e palpabile, li precipita in una spirale inarrestabile di sesso e amore, e in una ragnatela di eventi che cattura entrambi. E mentre il loro rapporto diventa sempre più profondo, aumenta in Matt e Kristal la sensazione di non saper collocare con esattezza tutto ciò che, con estrema rapidità, sta cambiando le loro esistenze. È davvero tutto casuale, scritto da un destino capriccioso, o c’è dietro la mano di qualcun altro?
Un romanzo di passione, emozioni forti e sensazioni piccanti e tenere. Che svela quanto possa essere alto, a volte, il prezzo della felicità.

giovedì 19 novembre 2015

Occhio al Libro: "Appena prima dell'alba"

In attesa di riuscire prima o poi a postare una recensione, continuo a segnalarvi altri romanzi interessanti. Ricordate che sono sempre in navigazione alla ricerca di piccoli tesori nascosti e ultimamente sembra che ve ne siano parecchi. Non ho letto il libro quindi mi baso sulla trama e devo dire che questo romanzo di Virginia Graziani mi ispira molto. Se poi riuscissi anche a leggere qualcosa ultimamente... Ma cambiamo discorso che è meglio.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Appena prima dell'Alba"
Autore: Virginia Graziani
Genere: Thriller
Editore: Eden Editori
Formato: cartaceo
Pag: 400

Link per l'acquisto:

LA TRAMA:

Il prestigioso istituto St. Moise dà il via all'annuale festa di fine anno con la tradizionale "caccia all'indirizzo" per scoprire il luogo del party. Seguendo gli indizi riportati su dei biglietti di carta, quindici studenti provenienti da diverse parti del mondo scompaiono nel nulla. Col passare delle ore, e poi dei giorni, i ragazzi rimasti bloccati in un vecchio monastero cercano di sopravvivere costretti a confrontarsi con gli altri e a fronteggiare le proprie paure, i segreti, i limiti. Mentre emergono nel gruppo i primi scontri e alleanze, sentimenti e amicizie, la convivenza si complica drasticamente: ben presto, infatti, gli studenti si accorgono che qualcuno dall'esterno fornisce loro del cibo, e per la prima volta vedono insorgere l'agghiacciante possibilità di essere stati attirati in una trappola. A incappare in questa disavventura, vi sono tra gli altri, il viziato figlio del Rettore del St. Moise, uno spagnolo con la fama da ladro, un ex soldato italiano reduce dall'Afghanistan tormentato dagli incubi, un canadese con il volto deturpato dal fuoco, una sensitiva di origini indiane, il machiavellico e sarcastico Gerard McFallon, e un americano che sembra non possedere alcun passato.

Quando ho letto per la prima volta la trama di questo romanzo, ho subito pensato che potesse virare verso l'horror... e io non amo l'horror. Invece l'autrice mi ha assicurato che non è così. Le sue parole sono state queste:

"Il mio libro, benché classificato come thriller, è in realtà incentrato sui personaggi, sulle relazioni che essi sviluppano tra di loro, sull'amicizia, la famiglia, l'amore. Mi piaceva l'idea che un gruppo di ragazzi di cultura differente, fosse costretto alla convivenza, in modo tale da lasciare emergere una diversa natura a seconda della rispettiva indole.
Poi c'è dell'altro, c'è sempre dell'altro!"

Misteriosa e intrigante al punto giusto devo dire.

Ma chi è Virginia?

Virginia è nata nel 1988 e ha all'attivo la pubblicazione di tre romanzi ("Corna di Capra" in ebook con Lettere Animate, "Mississippi" cartaceo con CellarDoor e "Appena Prima Dell'Alba" cartaceo con Eden Editori) nonché alcuni racconti.

giovedì 12 novembre 2015

Occhio al libro:"Fuori di 3"

Ho conosciuto tempo fa Pamela Gotti, grazie al suo bellissimo libro "L'Attesa" (recensione QUI) e ne sono rimasta veramente colpita, sia per lo stile sia per l'intensità e l'attenzione dei suoi testi.
Con vero piacere quindi oggi vi segnalo un'altra sua opera che, sono sicura, sarà un'avventura straordinaria come la prima.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Fuori di 3"
Autore: Pamela Gotti
Genere: Romanzo surreale, avventura psichica
Editrice: La Piccola Volante
Formato: Cartaceo
Pag: 224

Link per l'acquisto:
Amazon, La Piccola Volante

LA TRAMA:


Primo vive nell'emisfero sinistro, Parìmeno nel destro. Carnia non dovrebbe esserci, ma condivide con loro il ristretto spazio nella testa di Serbero. La regola dei coinquilini parla chiaro: nessun essere femminile nel corpo di un uomo. Ma lui non è un uomo qualsiasi, anche se pensa di esserlo. Non è mica facile liberarsi di un nome fasullo e compiere il destino per cui si è nati! È necessario attraversare deserti, affrontare fantasmi, allucinazioni e demoni. 'Fuori di 3' ci invita al viaggio, alle avventure picaresche di un eroe e degli inquilini che vivono nella sua mente, ci porta fra pellerossa e sciamani in un territorio surreale carico di miraggi, in cui la realtà non è mai quella che appare e anche un uomo qualsiasi può trasformarsi in Leggenda.

"A volte ti può sembrare che in un luogo non ci sia più nessuno e invece, magari, c'è ancora qualcuno nascosto nel buio, in un angolo. Oppure nascosto dentro di te. Devi avere mille occhi. Fuori e dentro."

Fuori di 3 è una storia originale e divertente, in cui il lettore sarà trascinato in un percorso a ostacoli fra i pensieri e le azioni di tre entità eteriche: Carnia, Primo e Parìmeno. Gli spiriti guideranno il viaggio iniziatico di un uomo comune verso la sua identità perduta. Serbero diventerà Tadewi e si troverà immerso nella cultura Hopi, fra danze del Serpente e altri riti amerindi dal fascino antico. Il cambio del punto di vista è annunciato da piccole illustrazioni all'inizio dei capitoli, che rivelano di volta in volta il narratore. 

L'autrice:

Pamela Gotti è nata a Trieste nel 1978. Fin da piccola passava ore a leggere storie di tutti i generi, con una particolare predilezione per Alice nel Paese delle Meraviglie, che avrà letto almeno una decina di volte prima dei diciotto anni. Ha studiato da maestra, si è laureata in psicologia e ora insegna in una scuola elementare, portando avanti l’intento di trasmettere l’amore per la lettura e per le belle storie ai suoi bambini. Una forma di deformazione professionale la porta ad osservare con cura le relazioni che intercorrono tra le persone e le piace molto provare a “camminare nei mocassini altrui” per capirne i punti di vista. Anche da questo deriva l’attenzione per i personaggi sia mentre legge, sia mentre scrive. Appassionata anche di cinema, di arte e di viaggi, non può evitare di inserire nei suoi racconti le immagini che le si sono impresse negli occhi nel suo girovagare fisico o mentale. Dal suo primo romanzo L'attesa (LaPiccolaVolante, 2013) è stata tratta un'omonima pièce teatrale (compagnia teatrale La Macchina del Testo). Fuori di 3 (LaPiccolaVolante, 2015) è il suo nuovo romanzo, picaresco e surreale.

domenica 25 ottobre 2015

Occhio al Libro: i romanzi di Gianluca Malato

Ecco, mi ci voleva un'ora in più del cambio dell'ora per riuscire a pubblicare un post. Ebbene sì, mi servono 25 ore almeno in una giornata per combinare qualcosa.
Proprio per questo cerco di recuperare segnalandovi ben due romanzi. L'autore è Gianluca Malato. Chi mi segue conoscerà già questo nome perché ospitato più volte da questo blog (recensione "Il Cuore di Quetzal" ad opera di Federico QUI).
Il primo romanzo di cui vi parlo in realtà è già stato pubblicato a puntate in versione digitale gratuita mesi fa, ma ora è uscito in versione integrale (sempre gratuito) e anche cartaceo. Il secondo romanzo invece è fresco fresco di pubblicazione.
 La Torre del Gigante
pubblicato precedentemente a puntate

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "La Torre del Gigante"
Autore: Gianluca Malato
Genere: Fantasy
Anno di pubblicazione: 2015
Formato: cartaceo e e-book
Pag: 76 (fonte Amazon)
Editing a cura di: Cristina Donati

ATTENZIONE: LA VERSIONE E-BOOK E' GRATUITA

Link per l'acquisto e-book:
Amazon, Kobobooks, Google Play

Link per l'acquisto cartaceo:
Amazon, Mondadori, IBS, Libreria Universitaria, You can print

LA TRAMA:

Lo stregone Attichus ha imprigionato re Keradas per costringerlo a rivelare i segreti delle più antiche magie elfiche. Il re sa bene che il cuore del mago è malvagio e continua a rifiutare, sebbene Attichus abbia devastato il suo regno e disperso il suo popolo. Dove un tempo vivevano gli elfi, adesso gozzovigliano gli orchi. L'altissimo e splendido palazzo reale si è trasformato nella dimora di un feroce gigante che sorveglia le rovine dell'antico regno grazie a una magica pietra. Il re, intrappolato nella sua prigione da un incantesimo, osserva impotente la rovina della sua terra. Ha un solo modo per liberarsi: rubare l'Occhio del Gigante, la preziosa gemma che può aprire la cella nella quale egli è imprigionato. Solo un ladro esperto e astuto può sottrarre questa pietra dalla fronte del gigante e permettere così a Keradas di sconfiggere Attichus, riscattare il regno e ridare una casa al suo popolo. Riuscirà l'abile fuorilegge Korgath a infiltrarsi nella torre del gigante e a rubargli la gemma? Tra caverne buie e pericolose, un esercito di orchi famelici e varie creature magiche, Korgath dovrà superare diversi ostacoli per cambiare le sorti del re elfico e del suo popolo.

Vapore Nero

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Vapore Nero"
Autore: Gianluca Malato
Genere: Steampunk
Formato: e-book
Pagine: 150

Link per l'acquisto:

Disponibile per Kindle Unlimited

LA TRAMA:

La Londra vittoriana è governata dalla tecnologia del vapore,  principale fonte di energia e fulcro dell’economia dell’Impero. Alex è un giovane fisico convinto che il vapore possa essere sostituito da una sorgente di energia più economica e pulita: l’energia magnetica. Fa quindi di tutto per costruire il primo motore magnetico, che permetterebbe a chiunque di avere energia gratuita per sempre. Presto però dovrà scontrarsi con interessi economici e politici che vorrebbero mantenere inalterata l’egemonia del vapore. L’estenuante caccia dei servizi segreti, l’amore verso una giovane ragazza irlandese con un passato denso di violenza e dolore, e l’intervento della stessa regina Vittoria si frapporranno tra Alex e il suo progetto.

Contiene anche il racconto Il Sogno di Icarus.

Un piccolo Estratto:
Alex aveva ascoltato attentamente, ma in fondo aveva già il sentore che le cose sarebbero andate in quel modo. Non era il primo preside di facoltà che gli faceva un discorso di quel tipo. La macchina a vapore di qua, il motore a vapore di là… sempre il vapore, quasi fosse l’unico argomento degno di nota nel mondo della Fisica.
Di solito attendeva in silenzio la sviolinata del rifiuto, recu­perava la sua cartella e spariva, salutando. Ma quel giorno non aveva voglia di abbassare la testa un’altra volta. No, si sarebbe fatto valere. Soprattutto lì, a Oxford, dove avrebbero potuto va­lorizzare e apprezzare il suo talento.
«Professore», esordì, tentando di apparire risoluto.


Qualche cenno sull'autore:

Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall’età di 16 anni, pubblicando romanzi brevi e racconti di genere fantastico in vari siti Internet specializzati. 
Nel 2008 comincia a collaborare come redattore con il giornale online Fantascienza.com, per il quale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica, inoltre ha collaborato con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista Fantasy Magazine e con il blog Ossblog.it. 
Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statistica dei Sistemi Complessi presso l’Università "La Sapienza", trovando successivamente lavoro nel settore informatico. 
Nel 2014 pubblica con la formula del self-publishing una seconda edizione del suo primo romanzo, Il Golem. Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica il suo racconto di genere sword and sorcery Razziatori di Tombe, ambientato nello stesso contesto fantasy del romanzo Il Cuore di Quetzal, sempre del 2014 ed edito da Nativi Digitali Edizioni. 
Nel 2015 pubblica il racconto sword and sorcery La Maschera d’Oro, breve spin-off de Il Cuore di Quetzal. Il racconto rimane posizionato per due mesi consecutivi nella classifica dei 100 e-book gratuiti più scaricati da Amazon. Nello stesso anno pubblica a puntate il romanzo fantasy La Torre del Gigante, poi riproposto in forma cartacea. 

Sito web: www.gianlucamalato.it
Indirizzo e-mail: gianluca@gianlucamalato.it
Facebook: www.facebook.com/gianlucamalato
Twitter: www.twitter.com/gianlucamalato
Google Plus: plus.google.com/+GianlucaMalato

Bene, vi ho detto tutto. A voi la scelta ora.
Devo dire che io adoro il genere Steampunk e questa trama mi sembra molto intrigante. Voi che ne dite?

domenica 11 ottobre 2015

Recensione: "L'Ombra dell'Anima"

E' da un bel po' che devo fare questa recensione ma il romanzo mi è piaciuto così tanto che difficilmente mi sarei potuta dimenticare ciò che avevo da dire.
Eva Fairwald, l'autrice, è mia amica, ormai lo sapete, è anche mia beta reading (ovvero si sorbisce i miei romanzi appena scritti per segnalarmi tutti i refusi e strafalcioni e incongruenze e cose varie, così come io leggo i suoi, ma questo non significa che non avrò i miei "rimproveri" da farle.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "L'Ombra dell'Anima" (3 vol. della saga)
Autore: Eva Fairwald
Saga: Le Ombre di Dora
Genere: Fantasy romance, Young Adult
Formato: e-book
Pag: 233 (fonte Amazon)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks

Il romanzo è in vendita anche nella "Trilogia Completa" (link Amazon), versione disponibile anche per Kindle Unlimited

Pagina Facebook Autore:
https://www.facebook.com/EvaFairwaldwriter?fref=ts

LA TRAMA:

L’amore segreto di Dora e Connor viene messo a dura prova quando una nuova minaccia sorge dal passato di Daemon. Le anime di Dora e Riccardo sono ancora in pericolo, qualcuno le brama più che mai per i propri progetti disumani e solo il coraggio può salvarli. Chi è il priore della Rosa Penitente e che cosa cerca da millenni? 
Una verità sconvolgente cambia per sempre il destino di Maira e dell’Unione, che fra colpi bassi e difficoltà governa la dimensione parallela prostrata dall’assolutismo dell’Imperatore del Sole. Daemon si trova ad affrontare definitivamente le proprie colpe e la resa dei conti conosce solo due risposte: redenzione o dannazione. L’angelo nero è davvero degno di salvezza o è ancora l’anima di Dora l’unico pensiero capace di tenerlo in vita? 
Tutti i nodi vengono al pettine in questo romanzo conclusivo della trilogia “Le ombre di Dora”. 

“L’ombra dell’anima” è il seguito diretto de “L’ombra del sole”, l’ordine non deve essere invertito. 

Sono presenti spoiler sul prequel “L’ombra dell’angelo”, che può essere letto anche da solo come romanzo autoconclusivo incentrato sul personaggio Daemon, il Decaduto.


Recensione:

Ultimo capitolo della trilogia delle Ombre di Dora.
Non li ho letti tutti e tre, lo ammetto, mi manca il prequel, quello che racconta la storia di Daemon ma io odio i prequel quindi l’autrice mi perdonerà.
Al contrario ho amato moltissimo "L’Ombra del Sole", che mi ha fatto conoscere quest’autrice fenomenale. Ricordo molto bene la sorpresa e l’emozione provata leggendo quel libro. Era una delle prime autrici self italiane che leggevo e ne rimasi affascinata. Da allora non mi son persa nessuna pubblicazione di Eva Fairwald, tranne appunto quella già detta e il suo romanzo in inglese “Trusting Darkness” di cui aspetto con impazienza la traduzione.
Ma questa è un’altra storia. Parliamo invece di questo capitolo finale.

Dora non è ancora fuori pericolo. Daemon è fuggito e nessuno sa dove si trovi a parte Maira, scappata con lui. Antonio costringe Dora e Riccardo a portare avanti la sceneggiata della coppia felice e perfetta di fronte alle telecamere mentre Connor sopporta la situazione sempre meno. Il rapporto tra il marchiato del fuoco e la superstite del popolo delle stelle diventa sempre più forte ma una nuova minaccia, forse più pericolosa e temibile, sta tramando nell’ombra. Qualcosa che forse nemmeno Connor è in grado di sconfiggere. E Daemon? Cosa farà l’angelo caduto? Persevererà alla ricerca delle sue ali bianche o troverà finalmente uno scopo alla propria vita?

Emozionante, avventuroso, pieno di colpi di scena, Eva Fairwald costruisce ancora una volta un romanzo che va assolutamente letto. Se avete amato Dora e Connor ma anche Maira e Daemon nella precedente avventura, non potete lasciarvi sfuggire questa storia.

Ritroviamo tutti i personaggi, buoni e misteriosi, enigmatici e tormentati e in più una new entry malvagia e potente. Un nuovo nemico che a tratti mi ha fatto venire la pelle d’oca per la sua perfidia; vi sono infatti due o tre scene non certo all’acqua di rose. Eva Fairwald è bravissima nell’uso dello show don’t tell per cui il lettore non può non provare le stesse emozioni dei personaggi. Amore, gioia, odio, dubbio, paura, dolore, tormenti… si vivono sulla propria pelle.

Così come mi sono emozionata per l’amore giovane, dolce e sincero tra Dora e Connor che qui diventa più completo e profondo. Finalmente conosciamo un po’ di più Connor che piano piano si lascia andare mostrando le sue insicurezze, le sue fragilità, creando un legame solido e indissolubile con la ragazza.
Dora è sempre lei. Dolce, un po’ ingenua e imbranata, di animo buono e gentile ma anche forte e coraggiosa; una ragazza che sa bene ciò che vuole e che non si perde d’animo se qualche ostacolo si pone sulla sua strada.

Ma i miei personaggi preferiti questa volta, e detto da me è tutto dire, sono Maira, la vampira egoista e provocatrice e Daemon l’angelo decaduto tormentato e sempre in lotta con se stesso.
Non ho mai amato Daemon. Il suo piangersi addosso e la sua incapacità di andare oltre alle proprie disgrazie e al proprio egoismo me lo rendevano antipatico. Maira invece non mi aveva particolarmente colpito, forse lasciata un po’ troppo in disparte nel libro precedente.
Qui invece i due fanno faville. Entrambi, insieme, l’uno accanto all’altra, riusciranno a trovare una propria dimensione e a conquistare il lettore; perché questa volta non si può non amarli. La loro crescita personale e psicologica li fa entrare sotto pelle.

L’unica cosa che mi ha lasciata un po’ delusa è il poco spazio dato a Riccardo e Sandro. Questi due personaggi avevano molte potenzialità. Riccardo, per quel poco che interviene, è schietto e dolce, entra subito in simpatia e Sandro ha dalla sua l’uso della magia, eppure entrambi rimangono in disparte, dietro le quinte. Non entrano veramente mai in azione. Ciò non significa che al romanzo manca qualcosa.

La trama come sempre è ben articolata e ricca di colpi di scena, mai noiosa o scontata, anche se il finale lo ho trovato leggermente affrettato.
Mi sarebbe piaciuta un'indagine psicologica un po' più approfondita di Connor in relazione a ciò che gli succede.
Lo stile è scorrevole, il linguaggio adatto al pubblico a cui si rivolge il libro (è uno young adult). Le descrizioni, mie nemesi sia come lettrice che come scrittrice, sono ben fatte e particolareggiate ma sempre funzionali alla storia così da non appesantire la lettura; fanno immergere il lettore nelle atmosfere e negli ambienti.
Inoltre, anche questa volta, si rimane affascinati dagli elementi tra fantasy e fantascienza che l’autrice riesce a creare. Bolle scudo, sensori ipertecnologici, armi, cloni ma anche poteri sovrannaturali, magia, vampiri, angeli decaduti o meno… insomma Eva Fairwald non ci fa mancare nulla ed è così brava a mescolare i due elementi che non c’è nulla che stona.
Ho però notato una cosa. Avendo letto le altre sue opere, devo ammettere che negli young adult la bravura di Eva è un po' frenata, come se non esprimesse le sue reali potenzialità. Credo sia dovuto proprio al genere young adult. Per sottostare al target di riferimento, è evidentemente costretta a limitarsi nel linguaggio, nelle scene di azione, nell'intreccio della trama.


In conclusione un romanzo assolutamente da leggere dove azione, amore, fantasy e fantascienza si fondono per creare una storia misteriosa e avventurosa, dolce ma allo stesso tempo di forte impatto. Agli amanti del genere young adult fantasy, ma anche del romance, non potrà non piacere. La scrittura impeccabile e l’attenzione a un prodotto pulito e curato sono altri due elementi che aggiungono valore a un romanzo di per sé già molto valido.

IL MIO VOTO:


Le altre opere di Eva Fairwald:

"L'Ombra dell'Angelo"
"L'Ombra del Sole" (recensione QUI)
"Law Kills" (recensione QUI)
"Playing with Daggers" (recensione QUI)
"Socerer for Sale" (recensione QUI)
"Trusting Darkness" (recensione QUI ad opera di Federico Negri)

venerdì 9 ottobre 2015

8° tappa Blog Tour "Lie For Me - Professione Bugiarda"



Oggi niente segnalazioni né recensioni ma una bella tappa di un blogtour. L'ottava per la precisione.
Di cosa si parla? Beh, di un romanzo la cui trama è frizzante e scoppiettante e che promette davvero molte risate. Una protagonista decisa e forte che vive una vita non proprio comune e che credo riuscirà a incuriosire e catturare l'attenzioni di molti lettori.
Andiamo con ordine e presentiamo prima di tutto il libro. Poi le regole e tutto il resto.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Lie for Me - Professione Bugiarda"
Autore: Mariachiara Cabrini
Genere: Chick lit, romance
Formato: e-book
Pag: 143 (fonte Amazon)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks, Ibs ed altri stores on line



LA TRAMA:

Proprio come l'Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo. La sua missione è migliorare le vite altrui... una bugia alla volta. Vuoi mollare il tuo fidanzato ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina, e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perché mentire paga, e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perché racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto. Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. In tutti i sensi.

Che altro posso dire per incuriosirvi?

Che ne dite di un piccolo estratto?
("Lie For Me - Professione Bugiarda", Cap 1)

Il diavolo inventò le bugie, ma dimenticò di registrarne il brevetto,
così ora soffre la competizione.
Josh Billings
Mi chiamo Alice Schiano, ho trentatré anni e sono due le cose in cui sono brava: mentire e convincere gli altri a fare ciò che voglio. Questo però non fa di me una bugiarda manipolatrice, assolutamente no; sono solo una seria professionista che sa fare bene il proprio lavoro: l’accomodatrice di vite.
Non è un mestiere comune, ma d’altronde in tempo di crisi per trovare lavoro, bisogna inventarselo. Io l’ho fatto e il successo mi ha arriso. Spiegarvi cosa fa un’accomodatrice è molto semplice: risolvo i problemi della gente, semplificando le loro esistenze. Avete un problema? Mi chiamate e io ve lo risolvo in cambio di una modica cifra per i miei servigi.
Ovviamente non mi occupo di qualunque tipo di problema. Non chiedetemi di prestarvi dei soldi, per esempio. Per quello esistono le banche e gli strozzini, io al massimo posso chiedere in vostra vece un prestito a terzi. Sono un asso nel convincere genitori e nonni a essere più generosi con figli e nipoti.
Non chiedetemi di venire a letto con voi. Per quello ci sono le escort, basta pagare. Posso aiutarvi a sedurre una donna, ma se avete un’urgenza, non garantisco successi immediati.
Non chiedetemi neppure di mentire ai politici, perché sono fuori dalla mia portata. I bugiardi professionisti sanno riconoscere i loro simili alla prima occhiata.
A parte queste tre eccezioni sono al vostro completo servizio, ma vi avverto che sono molto richiesta. Il che significa che dovrete fissare un appuntamento tramite la mia segretaria, l’implacabile Giulia Veghini, una bionda di ghiaccio, sempre in tailleur pantalone nero, con i capelli raccolti in uno chignon e occhialini dalla montatura nera poggiati sulla punta del naso stretto e affilato. Ha solo venticinque anni, ma ne dimostra almeno otto di più sul lavoro, è incorruttibile e con il suo sguardo d’acciaio è in grado di zittire anche i clienti più difficili. Nessuno osa contraddirla, persino io fatico a tenerle testa, ma sono pur sempre il suo capo e devo farmi valere, anche se al momento sono alquanto intimorita davanti all’occhiata di sdegno che mi sta lanciando.

Ed eccole qui le due donne che ci vengono presentate in questo inizio di capitolo:


Ma in un chick lit che si rispetti non può certo mancare un uomo, o meglio... due.



Qualche notizia su Mariachiara Cabrini
Mariachiara Cabrini si definisce una lettrice compulsiva. Ormai da sette anni gestisce, con il nickname WEIRDE, un blog dedicato alle sue letture: “L’arte dello scrivere… forse” e si è anche cimentata nella scrittura pubblicando i romanzi: Imprinting love (Zerocentoundici Editore, 2010), La Fiamma del destino (Lulu.com editore, 2011), Le rocambolesche avventure di una lettrice compulsiva (Ilmiolibro.it, 2012), I colori della nebbia, scritto a quattro mani con Francesca Cani (Harlequin Mondadori,2013)

E ora passiamo al blog tour vero e proprio con le regole, i premi e le tappe.

LE REGOLE:
Dal 1 al 15 Ottobre avrete ben 13 lettori avranno la possibilità di vincere interessanti premi.
Come? Commentando una o più tappe sui blog che ospitano il blogtour.
Per ogni tappa vi sarà un solo vincitore, estratto tra coloro che avranno lasciato un commento su quel blog ma, ATTENZIONE, ogni persona potrà vincere solo un premio, anche se potrà tentare la fortuna più volte.

I PREMI:
4 penne a sfera personalizzate con la cover di Lie4me
2 borse in tela decorate sempre con la cover di Lie4me
4 copie ebook di  Lie4me
3 fortunati potranno scegliere se ricevere una copia di:
"Imprinting love" (cartacea o ebook)
"La fiamma del destino" (cartacea o ebook)
"I colori della nebbia" (solo ebook).

Quindi che aspettate? I premi sono tanti e molto interessanti. Avete tempo dall'1 al 15 ottobre per commentare i post.
I nomi dei vincitori saranno rivelati il 17 ottobre sul blog dell'autrice "L'arte dello scrivere...forse.”

E ora ripassiamo le tappe passate e future.

LE TAPPE:
(cliccate sul nome del blog per accedere alla tappa relativa)





6 ottobre – Dragonfly wings 

7 ottobre – Walk in wonderland 

8 ottobre – Books what else? 


10 ottobre – Sister's books review 


13 ottobre – Bibliophile girl 


15 ottobre – Sognando leggendo 

Lo so che ora avete una domanda che vi ronza nella testa.
Quale sarà il premio associato a questa tappa???
Curiosi, vero? Beh, è un segreto. Per scoprirlo dovete commentare e sperare di vincere. Forza, non siate timidi! Fatevi avanti e non dimenticate di procedere oltre per tentare ancora la fortuna.
Domani il blog tour farà tappa su Sister's books review.

domenica 4 ottobre 2015

Occhio al Libro:"Questo Viaggio è per Sempre"

Attendevo da molto questo libro e mi piange il cuore non poterlo leggere subito. E' il secondo capitolo di una piccola saga moderna e il primo libro mi era piaciuto davvero molto, denso di emozioni e sentimenti.
Sto parlando di "Questo Viaggio è per Sempre" di JessicaMaccario, giovane autrice italiana. Per leggere la mia recensione al primo libro "In Volo con Te" cliccare QUI.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: "Questo Viaggio è per Sempre"
Autore: Jessica Maccario
Genere: Romance Contemporaneo
Serie: Seguito di "In Volo con te"
Formato: e-book e cartaceo
Pag: 362 (Fonte Amazon)

Link per l'acquisto:
Amazon, Kobobooks, Google Play e molti altri stores

Pagina Facebook Autrice:

LA TRAMA:

Essere una madre single non è semplice per Giulia, che deve occuparsi della sua bambina e della libreria di cui è socia. In più, mal tollera la presenza di Marisa, la nuova compagna di suo padre. Le responsabilità e le difficoltà la fanno spesso sognare di lasciare la città per un posto più tranquillo, in cui vivere immersa nella natura.
Giulia sa che il suo cuore ha bisogno di ricominciare a fidarsi degli uomini, ma la scomparsa di Andrew fa entrare in crisi i suoi sentimenti. Erano solo bugie le sue? Si è solo illusa che tra loro ci fosse qualcosa di più dell’amicizia?
Tommaso e le sue amiche di sempre Gina e Tina, in procinto di aprire la loro pensione in Canada, sono come una ventata di aria fresca, la loro presenza riempie le sue giornate di gioia allontanando l’insofferenza. Finché, un giorno, entra nella sua vita un uomo di nome Igor.
In bilico tra il desiderio di lasciarsi andare e la voglia di fuggire, Giulia deve fare la sua scelta. Andrew merita una seconda possibilità o è più giusto concedere fiducia a Igor? Chi sceglierà il suo cuore?

Se volete scoprire l'incipit del romanzo... continuate a leggere

«Giulia, ci sei?»
Sono talmente concentrata a restaurare un vecchio libro di fiabe che a malapena mi accorgo del tintinnio del campanello. La mia mente realizza in un secondo momento che la voce mi è familiare. Alzo la testa di scatto, cercando con gli occhi quello che la mente ha già compreso.
«Tom?», esclamo con stupore.
È proprio lui. Entra con passo disinvolto nel negozio, scrollandosi via i pochi fiocchi di neve caduti sulla giacca. Il suo sguardo ammaliante mi cerca, il suo sorriso ironico è ora aperto e sincero. Non posso credere che sia qui.
«Cosa...»
«La sorpresa è riuscita?»
«Oh, Tom!»
Aggiro il bancone e mi fiondo tra le sue braccia. Premo il viso nella pelliccia del giaccone, rabbrividendo appena le sue dita ghiacciate mi sfiorano. Le sue mani mi accarezzano la schiena, risalgono sicure. Si fermano sulle spalle per liberare una ciocca dei miei lunghi capelli dai cristalli di neve che inavvertitamente mi ha passato.
«Carlotta sarà felicissima di vederti!»
«E tu, sei contenta che io sia qui?», mi scruta attento, quasi timoroso della mia risposta.
«Non puoi neanche immaginare quanto!»
Con una risata il mio ex marito mi stritola nel suo abbraccio. Le sue braccia sono state per anni un rifugio sicuro, sapevo che c’erano per accogliermi nei momenti di bisogno... quanto mi sono mancate. Mi ritraggo per osservarlo meglio e non posso fare a meno di notare la sua espressione radiosa. Non sono solo i suoi occhi chiari a risplendere di gioia, persino le guance imporporate dal freddo e i capelli ondulati bagnati dalle goccioline lo rendono diverso dall’uomo incupito e rabbioso che è partito da qui. No, non c’è nulla che adesso mi ricordi quell’uomo. Amsterdam ha davvero cambiato Tommaso.
Qualcuno si schiarisce la voce e io mi alzo in punta di piedi per guardare oltre la sua spalla. Resto a bocca aperta perché, titubante sull’uscio, c’è Luke.
«Sei riuscito a convincere lui a venire qua?», chiedo con tutta l’incredulità che riesco a mettere.
Tommaso ride, voltandosi per fargli cenno di entrare. «Dai, non essere timido! E poi fuori si gela, ti prenderai un malanno a stare lì.»
Luke avanza imbarazzato, lasciando chiudere la porta dietro di sé. Il tintinnio si propaga nel negozio, inducendo Elisabetta a sporgersi dallo scaffale per dare un’occhiata. Mi guarda incuriosita, ma io le faccio segno che le spiegherò dopo. Devo ancora realizzare del tutto che il mio ex e il suo nuovo compagno sono qui, davanti a me, e non ad Amsterdam dove li ho lasciati cinque mesi fa.
«Ciao», dice Luke baciandomi nervosamente sulle guance. Beh, almeno un contatto adesso c’è stato: la prima volta che ho osato sfiorargli il braccio è trasalito e si è scostato da me.
Tommaso si toglie la borsa che ha a tracolla e la posa sul bancone, nel poco spazio libero che c’è ancora a disposizione.
«Ho un po’ di lavoro per te», annuncia fiero.
Mi esce un gemito. «Lavoro? Sono piena fino ai capelli!»
«Ti ricordo che meno di sei mesi fa ti lamentavi per la crisi.»
«Vero», ammetto. «Ma la libreria ci sta dando molte soddisfazioni e avere un laboratorio così vicino agli scaffali induce la gente a portarmi più roba, chissà perché.»
«Forse perché così possono controllare se sai fare il tuo mestiere», mi prende in giro Tom.
«Tu scherzi, ma qualcuno lo fa davvero. I vecchietti, soprattutto. Si appostano vicino alla sezione della floricoltura e fingono di sfogliare un libro mentre mi osservano, poi se ne vanno con in mano un volume sulla semina che secondo me non apriranno mai.»
«Ti lascio sola un po’ di tempo e ti fai già nuovi amici», mi prende in giro il mio ex.
Luke si avvicina alla sezione dedicata agli sport e ne solleva uno. «Sono proprio curioso di vedere cosa dicono gli italiani della corsa. Così mi tengo anche in allenamento con la vostra lingua.»
Mi auguro che l’autore del libro non sfiguri davanti a uno sportivo a trecentosessanta gradi com’è lui, che fa il personal trailer per le donne, tiene corsi in palestra e si allena più di tutta la gente che conosco a Torino. Senza contare che, a parte l’accento, con l’italiano non se la cava per niente male.
Mentre lui legge, io mi rivolgo al mio ex. «Perché non mi hai detto che sareste venuti? Potevo preparare la stanza e avrei messo in ordine i giocattoli di Carlotta se avessi saputo che...»
«Ci fermeremo soltanto qualche giorno e abbiamo già prenotato in un hotel economico. Volevo farti una sorpresa. Quasi come quella che voi due avete fatto a me», aggiunge ironico e io arrossisco al pensiero della Giulia furiosa e disperata che è partita apposta per riportarlo a casa. Non sono riuscita nell’intento, ma almeno il viaggio è servito a farci sentire di nuovo uniti. Amici come prima, questo era quello che mi ha chiesto Tommaso prima che ritornassi qui. Ma liberare il mio cuore dalla sua presenza costante non è stato per nulla semplice... ancora adesso, lo sento battere felice per averlo appena rivisto.

Vi va di conoscere i personaggi di questo nuovo romanzo?




Tommaso, un omosessuale che ha trovato il coraggio di trasferirsi ad Amsterdam per inseguire il suo sogno di diventare stilista e vivere in libertà i suoi sentimenti






Giulia, una donna abbandonata dal marito che lotta per tenere in piedi la famiglia, con una bambina a cui è legatissima e tante paure da superare. Pronta a rimettersi in gioco, apre un negozio insieme alla sua nuova amica Elisabetta. Spera un giorno di potersi di nuovo fidare degli uomini.







Carlotta, la bambina di otto anni nata dall’unione di Tommaso e Giulia. Entrambi sono affezionatissimi a lei, è molto vivace e tanto curiosa. Ama leggere i diari e i libri con la mamma.





Andrew, un affascinante viaggiatore che Giulia conosce in aeroporto ad Amsterdam e con cui si tiene in contatto nei mesi successivi. Si aiutano a vicenda e promettono d’incontrarsi dal vivo per un appuntamento speciale, fino a quando improvvisamente anche lui scompare. Meriterà la sua fiducia e saprà farsi perdonare?





Luke, omosessuale insicuro e molto sexy, affascina le donne e rapisce il cuore di Tommaso, l’unico con cui Luke sembra aprirsi un pochino. Riuscirà Tom a conquistarlo del tutto?







Igor, un uomo tormentato e con un segreto alle spalle, un pattinatore che Giulia incontra su una pista di pattinaggio e che ritrova più volte in giro. Che destino avrà il loro rapporto?









Gina & Tina, due esuberanti e a volte eccentriche amiche di Giulia che decidono di aprire una pensione in Canada.






Elisabetta, venticinquenne, è la nipote di Margherita e socia del negozio di Giulia. C’è stima e affetto tra le due.








Margherita, conosciuta come Madame, è una dolce signora che fa leggere il suo diario a Giulia, permettendole di scoprire i viaggi del passato che l’hanno condotta in Francia e l’hanno portata a essere la donna elegante e determinata che è oggi.





L'autrice:
Jessica Maccario è nata a Cuneo il 9 agosto 1990. Laureata in Beni Culturali Archivistici e Librari a Torino, valuta manoscritti per le case editrici e corregge libri di aspiranti autori. Ha pubblicato il romance “In volo con te” e i primi due fantasy della serie de Gli Elementali, dal titolo “Insieme verso la libertà” (edito da Bibliotheka edizioni) e “La spada degli elfi”, oltre a una decina di racconti disponibili sui siti o in antologie.
La si può trovare su Facebook, aNobii e Goodreads, tra una miriade di gruppi e blog di lettori. Per avere informazioni sulle uscite o contattare l’autrice, questo è il suo sito: http://jessicamaccario.wix.com/jessicamaccariobooks.